I link del fine settimana – 23/06/07

  • wpzipper è un sito che permette di creare la propria versione di WordPress con i plugin ed i temi preferiti già inclusi. Utile per chi deve installare più blog con le stesse impostazioni, o anche a chi non ha voglia di stare a cercare i vari moduli in giro per il web. Peccato non sia un progetto ufficiale di WordPress, cosa che rende possibile che non sia sempre aggiornato come si deve (segnalo tra l’altro l’uscita di WordPress 2.2.1);
  • Mai più senza: Fogshield. The most advanced security fog system on the market today, mica pizza e fichi;
  • Kestrel sta arrivando. Per chi non lo sapesse Kestrel è il nome in codice della nuova release di Opera, la 9.5, che prevede miglioramenti vari nel supporto agli standard, nell’interfaccia, nella velocità e nell’integrazione con le varie piattaforme;
  • Tipo che si prende a calci nelle palle da solo. C’è da aggiungere altro?
  • Per molti, il miglior video mai apparso in rete. Assolutamente assurdo ma è impossibile non cliccare di nuovo su Play;
  • Niente nuovo giochino in flash questa settimana ma segnalo che Desktop Tower Defense è stato aggiornato, e che purtroppo ho perso i vari link ai cloni di questo gioco, per la gioia di chi so io.

Opera è meglio di Firefox

E basta. Non è possibile che per avere le stesse funzionalità di Opera si debba fare incetta di estensioni. Non è possibile che non siano integrate funzionalità tanto elementari come la richiesta della master password ad ogni login, la gestione dei tab e quella dei movimenti del mouse, o addirittura la possibilità di modificare le scorciatoie da tastiera. Non è possibile che nel menù contestuale non ci sia l’opzione “apri il link in questo tab”.

Mi chiedo come abbia fatto un prodotto tanto scarso ad avere tanto successo. D’accordo, è open source, ma poi? È lento e pesante, anche se ha mille estensioni quelle davvero utili sono una manciata, ed oltretutto la loro aggiunta non fa che appesantire il programma. Senza contare che molte “novità” di Firefox in Opera erano presenti da tempo, come la navigazione per tab.

Eppure in questo momento mi trovo costretto ad usare Firefox perché a causa di un bug in WordPress i post scritti con Opera non sono XHTML valido, e a parte questo capita di trovare siti ottimizzati per Firefox, si vedano bookmarklet che con Opera non funzionano e quisquilie varie. Giusto per farla breve:

Le cose che Firefox ha e mancano in Opera:

  • Gli strumenti per sviluppatori web, in particolar modo Firebug e Web Developer: Opera ha una barra apposita ed è possibile utilizzare Firebug inserendo uno script sulla pagina web ma non è la stessa cosa (attraverso gli strumenti Opera Developer Console e Dom Snapshot, e la Web Developer Toolbar & Menu non credo manchi davvero nulla, anzi c’è anche troppa roba);
  • Tiny Menu: per avere tutti i menù in un’unica voce;
  • NoScript e CookieSafe: Opera ha ottime opzioni per cookie e javascript, sicuramente al livello di quelle per Firefox, quello che manca è la possibilità di gestirle cliccando su un semplice pulsante;

Le cose che Opera ha, e Firefox no:

  • Un’interfaccia pulita, coerente, veloce e leggera;
  • Una gestione delle password ottima, grazie alla bacchetta magica e alla master password (no, nemmeno con le estensioni Firefox arriva a quei risultati);
  • La possibilità di cliccare su “Indietro” e avere la pagina che si è appena lasciati senza che questa si ricarichi. Opera la pesca dalla cache ed è subito lì;
  • Ottime scorciatoie da tastiera che possono essere modificate a piacimento;
  • La possibilità di andare alla pagina, o immagine, successiva di una serie, semplicemente andando avanti attraverso barra spaziatrice, il movimento del mouse, etc;
  • Una funzione Speed Dial fatta come si deve (no, quella che si ottiene con l’estensione di Firefox non lo è, per chi è abituato ad Opera);
  • Una gestione dei tab pressoché perfetta;
  • Varie ed eventuali (di tantissime cose ci si rende conto solo nell’uso comune);

È inutile, alla fin fine Firefox non mi convincerà mai, e dover essere costretto ad utilizzarlo solo perché sta diventando il nuovo standard nel web 2.0, forse più di quanto lo fosse IE nel web 1.0, è frustrante. L’unica maniera che ha Opera per ottenere il successo che merita è divenire open source, ma questo non accadrà probabilmente mai, ergo dovrò continuare a smoccolare anche negli anni a venire.