Necropolitique

Anna Politkovskaya, giornalista russa in prima linea nel documentare gli orrori della guerra cecena ed avversa al governo regime di Putin, è stata assassinata ieri. Pare stesse lavorando ad un servizio sulle torture in Cecenia. Il governo regime tace.
Ufficialmente si tratta del cinquantaseiesimo omicidio di un giornalista avvenuto nel mondo quest’anno.