Serie non serie

Vediamo di essere brevi.

Californication è una merda. Con un protagonista che sogna di farsi fare un pompino in chiesa coi Rolling Stones in sottofondo, picchia chi usa i cellulari al cinema, difende le giovani ragazzine dai prof maiali (dopo essersele scopate lui), si fa di canne ma schifa chi usa le droghe pesanti, che altro devono inventarsi per renderlo simpatico? Nella seconda stagione probabilmente se la prenderà con chi abbandona i cani in autostrada o con chi tratta male gli handicappati.

Eli Stone è forse la serie che mi ha preso di più. Mi piacciono i personaggi, anche se ogni volta che vedo il boss del protagonista non riesco a non pensare che ha la faccia perfetta per Mad Men, la storia è gustosa, e soprattutto ha degli ottimi dialoghi. Bella.

The Big Bang Theory è divertentissima e consigliata a tutti quelli che hanno un’idea di cosa significhino i termini nerd e geek. I protagonisti, Sheldon e Wolowitz su tutti, sono esilaranti e la durata degli episodi, venti minuti l’uno, è perfetta per non renderli stucchevoli. Unico vero problema le risate finte di sottofondo che trovo odiose anche per una sit-com.