Vivere a Malta, consigli per chi vuole trasferirsi

Una veduta di Sliema, Waterfront, Febbraio 2010

Sliema, Waterfront, Febbraio 2010

Vivo a Malta ormai da un po’ ed in questa stagione parecchi italiani pensano di trasferirsi sull’isola: alcuni per un paio di mesi per imparare l’inglese, altri se possono in pianta stabile, vista la situazione in Italia.

Poiché mi trovo a dover dare spesso i soliti suggerimenti a queste persone, ho pensato che potesse essere utile raccoglierli in un unico articolo. Ci tengo a dire che non è molto, visto che io sono arrivato sull’isola con un lavoro già in tasca e non posso essere d’aiuto a chi ad esempio vuole venire a frequentare una scuola di lingua, ma è un inizio.

La lingua

La lingua ufficiale è il maltese, ma l’inglese e l’italiano sono parlati dalla maggioranza della popolazione. E con “maggioranza” non si intende “tutti”, perciò non pretendete di poter parlare italiano come se foste a casa vostra. Ciò detto, a meno che non decidiate di trasferirvi in qualche villaggio nel sud dell’isola non avrete grosse difficoltà a farvi comprendere.

L’accento inglese dei maltesi è peggiore di quello degli italiani, ma se volete imparare la lingua può comunque bastare.

Casa

Se cercate alloggio, restate nei pressi di Sliema e St. Julians, ossia la zona turistico/residenziale dell’isola: è ben collegata tramite i mezzi pubblici ed inoltre è a St. Julians che si trova Paceville, il quartiere dove si concentra la vita notturna. Msida è abbastanza vicina ed è un posto discreto. A meno che non abbiate motivi particolari per scegliere un’altra zona, direi che è la scelta migliore.

Il costo degli affitti a Malta dipende prima di tutto dalla zona. Se scegliete Sliema o St. Julians, il minimo per un appartamento decente si aggira sui €500. A questo prezzo è possibile trovare una doppia o comunque qualcosa di carino e con aria condizionata (se venite durante il periodo estivo non credete di poterne fare a meno). Se volete qualcosa di più economico dovete scegliere un’altra zona in cui vivere, ma a quel punto dovete anche fare i conti con le distanze.

Il metodo più semplice per trovare casa è quello di affidarsi ad una agenzia, le più grandi sono Re/Max, Frank Salt, Sara Grech. Potete fare un giro sui rispettivi siti e dare un’occhiata agli annunci, tenendo presente che la realtà è sempre un po’ diversa (= peggiore) di quella mostrata. Solitamente le agenzie chiedono il 50% dell’affitto mensile più una percentuale, quindi se l’affitto è di €500 vi troverete a pagare tra i €250 ed i €300 solo per i loro servizi. Inoltre dovrete lasciare al padrone dell’appartamento un mese di caparra che riscatterete solo al termine del periodo previsto dal contratto.

Le agenzie vanno bene soprattutto per affitti a medio-lungo termine, diciamo dai sei mesi in poi, in caso vogliate un alloggio solo per un paio di mesi oppure non vogliate andare per agenzia visti i costi, l’unico consiglio che posso dare è quello di venire a Malta e cercare da qua. Esistono siti come ad esempio justlanded che dovrebbero dare una mano in una situazione simile ma a quanto ho sentito non sono affidabili e si rischia la fregatura, oppure si può cercare tra gli annunci sui giornali, quali il Times of Malta.

Considerate che Malta è una zona di transito, poche persone si fermano in pianta stabile, la maggior parte arrivano e ripartono dopo pochi mesi, e di conseguenza non è difficile trovare una stanza o un appartamento.

Lavoro

Prima di tutto bisogna distinguere fra lavoro stagionale e lavoro fisso.

Se cercate un lavoro stagionale a Malta non dovreste avere grossi problemi durante il periodo estivo, in particolar modo visto che una grossa fetta del turismo viene dai connazionali, i locali sono sempre in cerca di personale che parli italiano.

Se invece cercate un lavoro fisso le cose stanno un po’ diversamente.

I settori lavorativi che tirano di più a Malta sono tre: scuole di lingua, gioco d’azzardo, restauro.

Per quanto riguarda il restauro non mi è mai capitato di conoscere italiani che lavorassero in questo ambito ma solo persone di altre nazionalità.

Anche per quel che concerne le scuole di lingua so dire poco, solo che a Malta ne è pieno, soprattutto di inglese.

Infine il gioco d’azzardo: a Malta risiedono sia vari casinò sia un gran numero di siti di gambling online, per via della legislazione favorevole. Per i casinò immagino si debba aver frequentato qualche corso da croupier oppure da dealer, mentre per quanto riguarda la situazione dell’online fino a qualche tempo fa era più semplice trovare lavoro in tale ambito mentre in seguito alla nuova legislazione italiana le cose sono un po’ cambiate.

Detto questo, ecco qualche link utile per cercare lavoro:

  • Employment and Training Corporation: il centro per l’impiego statale;
  • Vacancycentre: una delle più grandi agenzie di lavoro;
  • Pentasia: la maggiore agenzia di lavoro per il mondo del gambling online (ma non è il suo ambito esclusivo);
  • Besedo: grande compagnia di servizi di costumer care, conosco molte persone che lavorano qui ma credo nessun italiano;

NB: le mie sono pressoché tutte conoscenze indirette.

Anche qua vale quanto detto circa la casa: la cosa migliore è sempre quella di venire e cercare sul posto. Purtroppo richiede qualche sacrificio ma non aspettatevi che siano molte le aziende che vi assumeranno senza prima un contatto diretto.

Studio

Mi spiace dirlo ma su questo tema non posso dare alcun aiuto, non conosco alcuna scuola di lingua e non ho idea di come funzioni con università/Erasmus e simili.

Costo della vita

Il costo della vita a Malta è in linea di massima più basso oppure uguale a quello italiano, e dipende dalla zona in cui si vive. Ho già detto ad esempio del prezzo degli affitti: non credo che in Italia un appartamento a €500 con un paio di camere da letto sia la norma, considerando che parliamo di una zona comunque buona.

Per le bollette basta fare un po’ di attenzione, inoltre tenete conto che a Malta il gas si ha solo con le bombole, per il resto vi sono soltanto acqua ed elettricità: la prima aveva prezzi buoni ma ha subìto un aumento di recente, mentre l’elettricità è sempre stata più cara.

Nei supermercati si trovano parecchi prodotti italiani ma non saprei fare un raffronto coi prezzi.

Se vi offrono lavoro indicandovi la paga lorda, togliete un 25% di tasse: se sono €24.000 l’anno fate conto che siano €18.000, ossia €1.500 e non €2.000 al mese.

Vale la pena trasferirsi a Malta?

Immagino che questa sia per molti la vera domanda fondamentale.

Dal canto mio posso dire che se si sopportano il traffico, i clacson, i continui lavori in corso, le strade dissestate, le salite, le discese, la polvere, i blackout, lo smog, i maltesi maleducati, gli italiani ancora più maleducati, i negozi che sono tutti chiusi il sabato alle cinque, i fuochi d’artificio alle dieci del mattino e dalle nove di sera fino alle undici, i cristi e le madonne ad ogni angolo, le canzoni di Toto Cutugno al supermercato e qualche altro centinaio di robe che a volte ti fanno pensare ai cugini poveri dell’Italia, direi che sì, ne vale la pena.

Ah, e aspettatevi di sentirvi citare da tutti, ma proprio tutti, The Italian Man who went to Malta.

743 Commenti.

  1. Ciao ragazzi,
    Malta sembra essere almeno dalle foto un’isola meravigliosa, e mi piacerebbe molto visitarla,
    ma qualche dubbio sul fatto di trasferirvici mi viene, una Piccola comunità che il 70 – 80 % del suo commercio lo fa con l’Italia che è un paese fortemente in crisi….non so se possa essere l’isola del futuro essendo così legata a noi. E anche una mia amica che fa l’agente turistico mi conferma questa tendenza.

    • letto l’articolo e i commenti vedo che mancano dei punti importanti
      1- il grado di umidita’ dell’isola.
      2- la qualita’ degli ospedali
      3- la qualita’ delle scuole per i residenti
      4- la vita culturale dell’isola, includendo concerti e musei
      5- il dibattito politico nell’isola tenendo conto ch euno dei due partiti si chiama partito nazionalista…mica suona gran bene!
      Dalla mia esperienza risulta che dove ci sono casino’ e giochi d’azzardo non si puo’ dire che la moralita’ nel senso di etica sociale camminino a braccetto anzi al contrario….aspetto risposta…grazie

    • Ciao,fai bene ad avere dubbi circa un eventuale trasferimento,io ci sto da 4 mesi e sto per ritornare in Italia.Purtroppo non è come la fanno apparire alcuni Italiani che vivono qui.Poi per carità ognuno ha le proprie esperienze!

      • Ciao,
        A me pare che invece chi già vive sull’isola da tempo cerchi di mettere in guardia chi vuole venire qua con l’idea di trovare l’Eldorado, in passato c’era stata persino una mezza flame qua nei commenti.
        L’articolo è di quattro anni fa e la situazione oggi è molto diversa. Detto questo, si tratta ancora di un’isola che offre possibilità a chi è capace ed ha qualcosa da offrire. Per curiosità: tu cosa cercavi, quali sono le tue competenze, e perché hai deciso di tornare indietro?
        Un paio di cose:
        * Il commento di Luca è ridicolo, basterebbe studiare un attimo per evitare castronate, ed è le stessa mentalità di chi viene credendo che sia tutto rose e fiori;
        * Le bollette: spendo circa €50 al mese fra acqua ed elettricità. A parte queste non pago altro (la tassa sulla spazzatura non esiste, internet e tv me le paga il mio padrone di casa). Se riesci ad ottenere la tariffa residenziale anziché domestica paghi circa il 35% in meno. Da quanto sento da chi sta in Italia questo è ben lunghi da essere costosissimo;
        * Non seguo gruppi FB italiani ma sui gruppi stranieri che seguo non ho mai visto censure in questo senso, anzi il contrario essendo pieni di (e gestiti da) expat;

        Ciao,
        Massimo.

  2. Ciao ragazzi,
    Malta sembra essere almeno dalle foto un’isola meravigliosa, e mi piacerebbe molto visitarla,
    ma qualche dubbio sul fatto di trasferirvici mi viene, una Piccola comunità che il 70 – 80 % del suo commercio lo fa con l’Italia che è un paese fortemente in crisi….non so se possa essere l’isola del futuro essendo così legata a noi. E anche una mia amica che fa l’agente turistico mi conferma questa tendenza.
    A questo punto non so !!

  3. letto l’articolo e i commenti vedo che mancano dei punti importanti
    1- il grado di umidita’ dell’isola.
    2- la qualita’ degli ospedali
    3- la qualita’ delle scuole per i residenti
    4- la vita culturale dell’isola, includendo concerti e musei
    5- il dibattito politico nell’isola tenendo conto ch euno dei due partiti si chiama partito nazionalista…mica suona gran bene!
    Dalla mia esperienza risulta che dove ci sono casino’ e giochi d’azzardo non si puo’ dire che la moralita’ nel senso di etica sociale camminino a braccetto anzi al contrario….aspetto risposta…grazie

    • ciao GEra , visto che il titolare del blog non risponde provo a farlo io, con la mia poca esperienza sull’isola di soli 3 mesi. Per quanto riguarda l’umidita’ posso dire che essendo un’isola nel mediterraneo ,durante la notte nei mesi invernali un po’ di umidita’ c’e’ , anche se la temperatura non va mai sotto i 12-14 gradi.(puoi stendere la biancheria la sera ad asciugare e la mattina e’ sempre asciutta).C’e’ anche chi classifica Malta come miglior clima a livello mondiale. Gli ospedali sono al livello di eccellenza.(se devi fare una visita specialistica in settimana te la fanno e paghi sulle 30- 40 euro). Per le scuole non sono molto informato, ma se vengono qui a studiare da tutto il mondo un motivo ci sara’.Di casino’ ce ne sono solo 2 o 3 ,ma quelli on line , circa il 60 per cento trasmettono da qui.Come moralita’ posso dirti che i Maltesi sono molto religiosi ,gentili ,tranquilli e rispettosi di tutte le altre culture presenti sull’isola.Come criminalita’ ti bastera’ sapere che se dimentichi il cellulare in auto e non hai chiuso i finestrini ,puoi dormire tranquillo perche’ sicuramente la mattina successiva lo ritroverai dove l’hai lasciato. Se hai dei figli questo e’ un bel posto per farli crescere.Per la politica non so’ dirti ,non e’ il mio campo. Ciao, (dimenticavo nel 2016 Malta sara’ capitale europea della cultura).

    • Ciao Gera,secondo me il problema dell’umidità a Malta è relativo,nel senso che ci sono città in Italia con un tasso di umidità molto più alto.Il problema sono le case e non si parla di case vecchi ma anche di costruzioni nuove. Non c’è coibentazione,quindi l’umidità invade le pareti degli appartamenti e tu ti ritrovi ad avere la muffa e la condensa ovunque,io l’ho trovata anche nei tacchi delle scarpe,tanto per dirne una….. Un altro problema è quello che non esistono i riscaldamenti quindi ci si deve attrezzare di stufe con bombole a gas che durano in media 10/15 giorni (20 euro quella piccola!).Gli affitti sembrano economici,le case (tutte arredate)partono dai 300 euro in su però c’è una bella fregatura in tutto questo i BILLS,cioè le bollette,acqua ed elettricità,costosissimi.E tanto altro che non sto qui ad elencare! Solo un consiglio per chi vuole trasferirsi: Informatevi bene e state attenti alle varie pagine facebook che decantano così tanto l’isola!Ho scoperto che tante lamentele vengono cancellate dagli amministratori della pagina affinchè tutto sembra “rose e fiori” che poi sinceramente non ne vedo il motivo! Se qualcuno di voi vuole scrivermi sarò ben disposta a dare qualche consiglio!Ripeto comunque che le esperienze sono personali!

      • Gesù,ma qual’è il problema non l’ho capito? Ho precisato che l’esperienza è personale! Le opportunità di lavoro ci sono ma gli stipendi sono a dir poco ridicoli! Non siamo tutti manager! La paga minima è di euro 4,14 lordi,netti di euro 3,60.Se proprio ci tieni a saperlo io la dignità ancora non l’ho persa! Informati con chi vuoi e poi mi saprai dire! Affitto euro 350+100 fissi di bollette (acqua e luce) ogni mese e naturalmente tutte le altre spese che ci sono normalmente.Stipendio euro 700,ditemi se è normale? Se poi dobbiamo per forza dire che è un’isola stupenda dove ci sono 1000 opportunità e dove si vive con poco,diciamolo pure,per me non è così…provare per credere! Se prima di trasferirmi qualcuno mi avesse avvisato,sicuramente non avrei scelto Malta.Comunque penso che ognuno di noi abbia la possibilità di poter fare la propria esperienza di recarsi sul posto e di rendersi conto da solo se ne vale la pena.Pensavo di poter dare dei consigli invece come al solito sono stata “cazziata” da un Italiano che gestisce un sito per Italiani all’estero! Dopo ciò ti saluto e mi cancello.Buona fortuna Jesus!!

      • Ciao,
        Non c’è nessun problema e nessuno ti ha cazziata, hai scritto un commento ed ho replicato, è incredibile come al giorno d’oggi la critica venga vista come un’offesa sul piano personale.
        Detto questo, è vero che le paghe qua sono basse. Lo stipendio medio maltese è di circa novecento euro. Non si tratta di questioni di dignità, si tratta di un sistema diverso: guadagni bassi a fronte di un costo della vita basso (per chi è maltese e vive diversamente da un italiano).
        L’errore, che è quello che cercavo di rimarcare, è di chi come te viene qua con aspettative troppo alte. Tu dai la colpa a chi è sull’isola e cerca di venderla per quello che non è, io la do a chi come te non si informa. Esperienze diverse? Sicuramente. Ma sto su gruppi di discussione e siti dedicati a Malta da anni, e in tutto questo tempo ho potuto constatare come chi ha un po’ di esperienza metta in guardia chi vuole immigrare qua, prova a rileggerti i vecchi commenti di questo post e già te ne farai un’idea. Anche quando seguivo gruppi FB per Italiani come “Italiani che vogliono vivere a Malta” ricordo che tutti sottolineavano queste cose, proprio per evitare delusioni come la tua.
        Se si viene a Malta senza competenze che vengano apprezzate sul piano del lavoro, e con la pretesa di guadagnare un sacco con un costo della vita basso, mi spiace ma non è il caso.
        Nei quattro anni passati da quando ho scritto l’articolo sono cambiate un sacco di cose, e ho pensato spesso di scrivere un altro post: il costo della vita è aumentato (affitti, ristoranti, etc.), il mercato del lavoro ha subito gli effetti dell’immigrazione “per disperazione” da Spagna e Italia, etc. Ma Malta rimane un posto dove, se hai le competenze o l’attitudine giusta, hai buone opportunità senza calci nel culo. Non lo è se non hai le competenze, se vieni per fare il cameriere, se non sai l’inglese, se la tua idea di business è la pizzeria / gelateria / ristorante / negozio di prodotti tipici (che poi, potrebbero funzionare, se uno sa come si fa, ma pare che questo sia tutto quello a cui l’italiano riesce a pensare). Questo non significa che devi essere un manager. Conosco gente che non lo è e che non ha chissà quale titolo di studio, ma ha trovato un buon lavoro e guadagna bene. Esperienze personali? Ognuno ha la propria, certo, ma forse è ora di scrollarsi la mentalità italiana secondo cui tutto è dovuto. Un cameriere guadagna sui €3.5 / 4 all’ora, ma qui ci sono le mance e nel posto giusto puoi tirar su un buon stipendio. Se condividi un appartamento te la cavi con trecento euro al mese tutto incluso in centro a Sliema / St. Julians. Nel frattempo impari l’inglese, poi cerchi altro. Un lavoro con uno stipendio di settecento euro ma che offra delle commissioni, e se ci sai fare arrivi sui duemila euro al mese che a Malta sono una bella cifra. Parlo di tutto questo per esperienza, non diretta ma di persone che conosco. Ma devi aver voglia di darti da fare, di continuare a guardarti intorno, di non aspettarti favori. Poi certo, se vuoi lavorare in albergo o in un ristorante, spesso rimani a quelle paghe basse anche se hai un sacco di professionalità, perché qui non è apprezzata e retribuita come in Italia. Allora sì, meglio non venire qua a farti il sangue marcio. Ne ho conosciuti un sacco che come te sono stati scottati e se ne sono tornati in Italia.
        Ma, ripeto, tutto dipende dalle competenze che uno ha, e da quello che si aspetta.
        Ah, e se pagavi cento euro da sola fra luce ed acqua, ti stavano fregando o hai un consumo esagerato.

  4. ciao a tutti sono rientrato oggi a Torino da malta .
    Premetto che sono stato dal 12 al 15 febbraio appena sono arrivato a Malta non sapendo che Gli autobus collegano molto bene tutta l’isola a un costo di euro 1.50 per tutta la giornata
    Io ho preso una navetta di rayan air pagando 7 euro a persona .
    L’isola e molto simile alla Sicilia come aspetto architettonico quindi hanno vasche di contenimento per l’acqua su i tetti di tutte le case ovviamente per la mancanza .
    le abitazioni presentano esteriormente cavi elettrici svolazzanti .
    Auto che corrono all’impazzata puzza di gas di scarico .
    Non esiste il controllo sul tasso alcolico alla guida .
    Gente gentilissima disponibile .
    Non ho visto molti antifurti montati nelle case
    gli autisti degli autobus corrono come dannati e frenano all’ultimo momento tanto che uno che ho preso per spostarmi ha bruciato i freni.
    Ho trovato vento per 2 giorni ma comunque 15 gradi il terzo giorno un sole magnifico
    passeggiando sulla strada si vedeva il fondo .
    Mentre facevo colazione ho parlato con un italiano di Bari che era li per cercare lavoro
    lo aveva trovato li a quawra in un cantiere ma le hanno detto che doveva sapere almeno l’inglese cosi sarebbe tornato in italia per fare un corso , Triste ovviamente dato che in quello stato a lui straniero in pochi giorni le ha dato qualcosa che l’italia non le ha dato .
    Non hanno cura dei particolari basta pensare che nell’ hotel in stanza le prese di corrente erano in posti scomodi e in bagno mancava la presa per il rasoio o il fon .
    Il fon era all’entrata buffo devo dire, in compenso per 4 persone ho pagato solo 17 euro al giorno.
    Insomma io ci torno ancora Malta e bellissima e magari pure a viverci p.s scusate i miei errori ortografici buona fortuna

  5. Gera, scusami ma c’è scritto in modo evidente in cima al Post : ” scrivo quando ne ho voglia se ho voglia ” Credo che questo Post sia stato creato da un Signore che ci racconta la sua vita a Malta
    e che offre un piccolo aiuto per chi volesse avere maggiori informazioni.
    Del resto non lo paga nessuno e credo che se hai voglia di maggiore informazioni così dettagliate dovresti rivolgerti agli organi competenti Maltesi.
    Detto questo ti saluto e spero tu possa trovare quello che cerchi.

  6. ti sei dimenticato le stramaledette campane delle milioni di chiese che ci sono a Malta! un modo per allontanare i turisti. Lo scorso anno nel porto Gran Harbour Marina di Vittoriosa stavo sclerando! 3 gg continui di campane!!!
    per il resto è un’isola fantastica e soprattutto tranquilla.

  7. Sto pensando di trasferirmi a Malta. Vorrei sapere se esiste la figura di medico fisiatra nell’isola e come bisogna essere messi con l’inglese per poter esercitare. Potrebbe bastare l’italiano e una conoscenza scolastica dell’inglese?
    Grazie mille anticipate.

    • Cara Liliana, sono un medico specialista anche io e vorrei trasferirmi a malta per esercitare. Tu hai avuto qualche feedback positivo? L’unica cosa che ti so dire è che all’Ospedale Mater Dei sembrava di essere al Mount Sinai di NY!! Fammi sapere!

  8. Buonasera a tutti!! Sto cercando di affittare un alloggio x la mia famiglia x i mesi di luglio e agosto.Sono orientata alla zona di Sliema e st.Paul.Qualcuno mi sa aiutare ed in contatto con proprietari seri e affidabili?
    Grazie. A tutti

    • ciao,

      se ti puo interessare a mellihea noi abbiamo un bed breakfast nel centro proprio!
      gianni 3391133310
      saluti e buona vita

  9. mi sarebbe piaciuto leggere qualcosa tipo il costo di acquisto degli immobili, visto che io mia moglie e mia figlia di 2 anni stiamo valutando soluzioni per trasferirci all’estero, e siccome ci piace il caldo e il mare sto valutando spagna (costa del sol),portogallo (algarve), grecia e malta…..cmq sembra interessante vedro’ in internet i prezzi…

  10. Ciao Gesú!
    Io sono un pizzaiolo e vorrei trasferirmi a Malta.
    Non sono uno che ha grandissime pretese. Cerco il giusto con possibilitá di miglioramento in base alla meritocrazia.
    Credi che possa avere delle possibilitá?

  11. Scusate ragazzi,
    forse potrò sembrare un rompiscatole…ma devo dirvelo.
    Il fatto che Malta sia un’isola dove si parla abbastanza l’italiano non vuol dire che sia un’isola Italiana. Quindi detto questo non credo proprio che sia così facile, prendere , partire e andare a praticare la propria attività con una conoscenza “scolastica” dell’inglese, soprattutto se si vuole praticare il Dottore o un lavoro che sia a contatto con la gente come il professore. Il mio consiglio è quello di imparare la lingua inglese e anche molto bene. Good Luck !!

  12. Ciao Blog,

    risiedo a Dublino da 3 anni e vorrei trasferirmi a Malta con la mia famiglia (moglie e bimba).
    Svolgo un lavoro altamente qualificato (settore IT, ma non nel gaming) e ho un inglese fluente. Francamente, spostarmi a Malta significherebbe più che dimezzarmi lo stipendio (mi pare di capire che i salari nell’IT non superino i 40-45k), ma mi interessa poco perché a quanto pare ci vivrei bene comunque e in cambio riceverei: un clima migliore (potete immaginare il clima di Dublino); ospedali di tutto rispetto (almeno dai commenti che ho trovato online, a Dublino sono pessimi); migliore qualità della vita (che per me significa, clima, cibo, attività all’aperto); e l’istruzione non può certo essere più scadente di quella irlandese (mi sbaglio?).

    Quello che non mi è ancora chiaro e spero mi venga risposto qui è:
    - come si vive a Malta con 40-50k anno (con famiglia, non da single)
    - mi verrebbe chiesto di pagare il 15% di tasse sui miei risparmi per ottenere la residenza? (questo sarebbe un deal breaker)
    - vivrei l’incubo di dover rinnovare il permesso di lavoro ogni anno?

    grazie

  13. Salve a tutti.
    La mia ditta ha la licenza di una tecnologia americana per la pulizia e sanificazione dei canali dell’aria condizionata per Italia e Malta. Vorrei sapere se a Malta ci sono impianti di condizionamento negli alberghi, ospedali, uffici..etc. E se hanno sensibilità alla qualità dell’aria Indoor. Grazie

    • Ciao Natale,gli impianti di condizionamento sono ovunque, e come saprai qui non c’e’ metano quindi vengono usati molto anche durante l’inverno per riscaldare,l’altro problema di Malta e’ lo smog causato soprattutto da veicoli vetusti e di carburanti di scarsa qualita’.A te la conclusione… Ciao

  14. Buon giorno a tutti,
    Sono di Torino ho una azienda di ” Costruzione e manutenzione Piscine” essendo giovane vorrei sapere se a Malta ci sarebbero possibilità più concrete inerenti a questo settore di manutenzioni e costruzioni piscine.
    Grazie in anticipo!
    Alessandro C.

    • Scusa se pecco di presunzione ,pur non essendo a Malta, ma occupandomi del medesimo settore… pare Malta sia in espansione e comunque resta anche un ottimo bacino espositivo per il Medio Oriente, attualmente con un’economia in forte sviluppo. La ns azienda commercializza prodotti dedicati al pool e pool-care ecco perché anche noi monitoriamo il paese. Detto ciò, il resto è un good luck!

  15. Ciao a tutti, siamo una coppia lui 37 lei 31 sposati e 2 bambini 6 e 8, sono anni io e mia moglie sogniamo di partire,e domani andiamo in agenzia a prenotare un viaggio di perlustrazione. Io ho un lavoro statale, e sarei disposto a lasciarlo, ma lei come lavoratrice autonoma in italia investe su progetti, e burocrazia e sistema si mangiano tempo e denaro. Abbiamo pensato di trasferirci a malta, no per diventare ricchi ,ma di vivere.I bambini penso che faranno presto ad ambientarsi, io so fare un po’ di tutto e un po’ di fantasia troveremo il nostro posto,e poi imparerebbero la lingua inglese gli gli potrà aprire molte strade, spero di ricevere tanti consigli positivi e sopratutto negativi, che mi serviranno a riflettere bene, ne va della famiglia intera.

  16. desidere sapere se ci sono istituti scolastici alberghiero e ristorazione, dato che mi piacerebbe trasferirmi con mio figlio di anni 16,frequenta il terzo anno di ristorazione settore cucina, mi potreste dare qualche consiglio a chi rivolgermi x la scuola?????? grazie

  17. Ciao a tutti! Mi trasferisco a Malta questa domenica dopo avere ricevuto un’offerta di lavoro da una delle compagnie di gaming che si trova anche in Germania e Gibilterra. Lavorero’ a “Portomaso Tower” che mi sembra cool!! Dove mi consigliate di vivere? Per il primo mese avrò la casa offerta dalla compagnia ma poi dovrò cercare da sola… Se volete, potete anche lasciare contatti telefonici così magari possiamo incontrarci e mi date qualche dritta.
    Per quanto riguarda trasferirsi sulla Costa del Sol avrei qualche dubbio…vengo proprio da Siviglia, ho lavorato e vissuto anche a Huelva e credetemi, stanno messi male! Moooolto male. Non c’è lavoro e quando li ascolti parlare mi sembra di essere in Italia :(.
    Comunque, grazie per il vostro interesse.

    Margot

    • Ciao,
      Portomaso è a St. Julians, perciò la zona migliore per trovare casa è appunto quella, oppure Sliema o Swieqi (ma Swieqi va bene per la parte che è attaccata a St. Julians, o potresti ritrovarti lontana dal lavoro). Di solito quest’ultima è leggermente meno costosa di Sliema / St. Julians, ma io preferisco fra queste Sliema. Adesso è estate perciò i prezzi sono alti, vedi di spuntare qualche offerta. Tieni conto che quasi tutte le agenzie più grandi offrono sconti a chi lavora nel gaming (l’unica richiesta è che possano parlare con il tuo ufficio HR per raggiungere qualche accordo). Se cerchi una stanza in condivisione usa justlanded.com o i gruppi Facebook dedicati a Malta.
      Non consiglio mai di lasciare il numero di telefono su un sito pubblico, poi ognuno faccia come vuole (c’è la mia email sulla pagina Info, in caso).

      Ciao,
      Massimo.

      • Grazie Massimo, ottimi suggerimenti e specialmente per quanto riguarda lasciare il numero di telefono…Sicuramente la compagnia si metterà in contatto con qualche agenzia di fiducia, vediamo un pò :)

        Ciao!

  18. Buongiorno a tutti.. sono una ristoratrice con molti anni di esperienza e soddisfazioni nel campo l avorativo, mi piacerebbe provare ad aprire un ristorante pizzeria all estero e perchè non Malta?? Cè qualcuno che prima di me ha fatto questa esperienza e può darmi consigli o sconsigli??? grazie mille ciao, Gemma.

  19. Salve a tutti
    Siamo una ditta di impiantistica e ci occupiamo di pulizia e sanificazione delle condotte dell’aria condizionata e della bonifica dei relativi macchinari in virtù della licenza per Italia e Malta della tecnologia COLLOM leader mondiale in questo campo. Siamo alla ricerca di un agente commerciale che sia introdotto nel campo della manutenzione degli impianti dell’aria condizionata sia direttamente con alberghi, ospedali, palazzi per uffici, edifici pubblici che con le ditte di installazione e manutenzione residenti. Il nostro sistema è il più evoluto nel campo specifico e contemporaneamente il più economico perchè completamente endoscopico e velocissimo. se avete conoscenza di qualche operatore commerciale interessato questa potrebbe essere una buona occasione di business per Lui e per noi.
    Grazie dell’attenzione e saluti

  20. Buongiorno,
    ho 34 anni sono un architetto, ho lavorato in studi di progettazione ed uffici tecnici in Italia, vista la grande crisi del mio settore mi piacerebbe trasferirmi, conosco discretamente l’inglese e Malta non mi dispiacerebbe come meta. Qualcuno saprebbe darmi qualche informazione?

    • Ciao, il settore immobiliare a Malta e’ in grande crescita, il giro d’affari delle agenzie immobiliari e’ cresciuto del venti percento solo nell’ultimo anno . Il mio consiglio e’ quello di venire qui’ per qualche settimana e vedere da vicino la realta’ dell’isola, i pro e i contro.Ciao.

  21. Vorrei il prossimo anno venire a Malta per 2 mesi con i miei bambini….sapete indicarmi una buona scuola per l’inglese e un appartamento confortevole e non troppo caro vicino la scuola? Grazie

  22. Ciao a tutti sono un pensionato Canadese ho $3500 di pensione vorrei trasferirmi a Malta naturalmente parlo Inglese e Italiano
    Datemi un suggerimento dove abitare e insomma un po’ di tutto vorrei abitare naturalmente in un posto come Viareggio ah! OK scherzo Comunque vicino al mare
    Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>