Alive and sicking

Xp mi sta portando via più tempo di quanto credessi. Ho passato gli ultimi giorni ad ottimizzare di qua ed aggiornare di là, e ancora non è finita. Il firewall soprattutto mi sta succhiando ore su ore. A parte questo però voglio dire una cosa: spero che chi produce certi scempi informatici abbia una morte lenta e dolorosa nel ricordo di tutte le rotture di palle che ha procurato. Non è possibile che l’installazione dei driver di una misera stampante richieda centinaia di megabyte (anche tolti gli inutili orpelli quali software di fotoritocco che al confronto faccio meglio a disegnare sul monitor con un pennarello), o che un antivirus al quale ho ordinato esplicitamente di non rompere i coglioni non solo installi chiavi nel registro per partire lo stesso all’avvio, ma si infili pure tra i servizi di Windows ciucciando risorse inutilmente. Chi progetta simili delitti deve essere punito, e basta.

10 pensieri riguardo “Alive and sicking”

  1. Non capisci niente! Sei un fallimento dal punto di vista informatico! Anzi, dovresti ritenerti fortunato che stai usando un Sistema Operativo user friendly, un S.O. plug’n’play, un S.O. che è veramente amico dell’utente, evitandogli tante inutili configurazioni. Diamine, siamo nel 2006, mica si può correre ancora dietro a dei *complicatissimi* file di configurazione testuali[1] che ti dicono “imposta questa variabile a questo valore se vuoi che il programma faccia esattamente questo”, come fanno quei dinosauri informatici che usano Linux! Linux è uno pseudo S.O. che da problemi di compatibilità, di driver, di configurazione, Windows invece è facile e veloce da installare e configurare! Bastano un paio di click (dati a caso) e se ci hai azzeccato il tuo sistema sarà bello, fiammante, funzionante, e non richiederà tutte le risosrse che sprecano altri S.O. inutilmente pesanti e complicati.
    …P.S. Hai provato qualche distribuzione Linux Live, di recente?

    [1] Da qualche parte ho letto che MS incoraggia l’uso dei file .ini per i programmi esterni a Windows

  2. P.S. Dopo il PS del commento precedente c’era un VERY EVIL GRIN che è scomparso dal post. Meglio *precisare*, che c’è da leggerci due faccine… ;-)

  3. Dillo che ti rode perché come dicevi nell’altro commento tutto quello che hai imparato su Linux adesso non è più così necessario, gnè gnè!
    Comunque XP è quasi domato, personalizzazioni, aggiornamenti, installazioni… ci siamo!

    Eheh, comunque niente distro live, ho scaricato e masterizzato Ubuntu e appena posso la installo ;-)
    E non ti preoccupa’ che almeno qua non c’hai bisogno delle faccine per fare capire che scherzi! :-)

  4. Si, mi rode da morire… :-) Ma sono depresso per come si sta incasinando la situazione. Per esempio masterizzare… sul mio vecchio PC mi sono letto una volta i manuali di mkisofs e cdrecord (e quei due pomeriggi li ho riempiti ^__^) poi mi sono fatto uno scriptino, che con il tempo e l’uso ho ampliato e migliorato, ma funzionava benissimo! Adesso provo a masterizzare con k3b, che Dio lo benedica per quell’interfaccia semplice e chiara, ma sembra che non riesca a calcolare bene lo spazio, se ho un CD già mezzo pieno esco pazzo per farci una seconda sessione, poi l’interfaccia (a basso livello) è cambiata, prima dovevo abilitare l’emulazione SCSi per il masterizzatore (una complicazione ma una volta fatto funzionava e non c’erano problemi), ora non serve più ma non capisco se non va benissimo questa o il mio Plextor, … allora provi a prendere il programmino per masterizzare di Gnome, Gnomebaker, che è veramente pulito e carino, trascini una directori da 6Giga, con l’intenzione di andare a togliere DOPO (dall’interfaccia del programma di masterizzazione) quel che eccede lo spazio del DVD e invece lui si lamenta e non te la fa mettere perniente la directopry, per cui devi lavorare sul filesystem riducendo le dimensioni della cartella prima di iniziare a lavorare sul layout del DVD…. ARGH!!!!
    Dai, chiamiamo questo blog “LoSmilzo odia linux!” :-)

    Ah, a proposito di Ubuntu, invece di quella prova a scaricare Linux Mint, (http://www.ossblog.it/post/1499/linux-mint-ubuntu-con-codec-plugin-e-java)
    E’ una ubuntu con però tutto quel che puo servire (con buona pace dello spirito free! ;-) )

    Per le faccine, chissà chi ci passa da ste parti, meglio specificare… :-)

    A, un’ultima cosa. Voglio pure io il gratavar!!!

  5. Mi ricordi quello che ho passato io nei giorni scorsi, però con Windows :-)Volevo installare un software di masterizzazione gratuito alternativo a Nero, così ho fatto qualche ricerca: alla fine ho installato Infra Recorder, ho provato a masterizzare un cd dati ed ho scoperto che non lo fa al volo, prima scrive un’immagine temporanea. Così ho scaricato Cd Burner Xp e quando stavo per installarlo mi sono accorto che la versione aveva uno o due anni sul groppone. non sono il tipo che vuole a tutti i costi l’ultima novità ma mi pareva un po’ troppo, così ho optato per Microburner. Lo avvio, mi accingo a masterizzare un’immagine e scopro che non posso selezionare la velocità di masterizzazione (fondamentale, per me). Cerco ancora un po’ e tutti i programmi consigliati hanno qualcosa che non va, così alla fine ci rinuncio: torno a Nero. (E pure qua ci sarebbe da parlare del pessimo sito e di quanto ho tribolato per trovare la versione 6).
    Della serie tutto il mondo è paese… e non c’è nemmeno più la mezza stagione!…

    Mint pare carina ma onestamente superflua: Ubuntu non installa software proprietario di default ma lanciare aptitude è un gioco da ragazzi ;-)
    Non so, non mi convince molto… come anche Gnusense, o come si chiama… non ha senso, in pratica è un clone di Debian…

    Spero che gravatar.com torni presto in piedi… :(

    (Ma chi vuoi che passi di qui? ;-P )

  6. Si, mì’ero fatto lo scriptino proprio dopo aver provato l’allora miglior programma di masterizzazione. :-/
    Bah, consoliamoci con un sorriso: http://eriadan.shockdom.com/ (come si fa a inserire un link?)

    Mint: lanciare aptitude per me che sono perennemente offline… meglio avere il CD pronto. NOn puoi immaginare come mi sono incazzato quando ho scoperto che Debian non faceva più l’immagine per i software non free…

    gNewSense… ce n’era davvero bisogno? boooooh!? :-P

    gravatar: avevo pure ritrovato una bella immagine. :-)
    Ciao.

  7. Ehm, il link lo hai inserito, comunque devi usare i tag come nell’html: *a href*, *em*, *strong*… avevo installato un plugin per avere i bottoncini e l’anteprima ma purtroppo mi invalidava il codice e sul forum di wordpress non mi ha risposto nessuno per risolvere :-(

    Mint: Capito, se hai quell’esigenza sì, è molto meglio, se non sbaglio c’era anche un’altra distribuzione simile comunque, con tutta la fuffa necessaria, non ricordo se era Mepis o un’altra…

    Gravatar: Ah, allora non è un’immagine che ti assomiglia! ;-P

    (Uhm, va a finire che devo installare il plugin per quotare nei commenti!)

  8. Uhm non ho capito: perché un link dovrebbe avere le parentesi? Boh…

    Eheh l’immagine dell’avatar l’avevo già vista, lo sapevo che avresti usato quella o una così! ;-P

    Senza parole addirittura? :-P
    Vabbe’ ci penserò, tanto fretta non c’è :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *