Eleonora Giorgi

Incuriosito dal personaggio (ultimamente gli zombie non vanno di moda solo al cinema, pare), leggo su Repubblica l’intervista della suddetta e non faccio in tempo a leggere una chicca come questa:

Le donne, quando fanno qualcosa, ci mettono più creatività e fantasia degli uomini, ma questo è nella natura delle cose.

(Non che creda sia completamente sbagliato, ma detto da una la cui carriera è stata costellata dal sodalizio con Massimo Ciavarro e da film come Grand Hotel Excelsior è tutto un dire)
Ecco cosa dice poco dopo la neo produttrice a proposito del suo nuovo film:

E’ stato un film ad alto costo ma a basso budget. Alto costo nel senso della ricchezza della sceneggiatura, basso budget perché è stato necessario darsi da fare per ottimizzare al meglio le risorse, 700 mila euro stanziati dal ministero dei Beni culturali, e 416 mila da Rai Cinema

Unmilionecentosedicimilaeuro di aiuti statali per “una commedia degli equivoci che inquadra due giovani alla ricerca del lavoro. In un mondo in cui ti rappresenta unicamente il lavoro che fai, Agente matrimoniale sottolinea il bisogno di verità e sincerità che tutti sperimentiamo” (parole del regista).

Poi dicono che questo governo non fa nulla per il mondo del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *